Carissimo amico di MK, dopo 4 splendidi ed intensi mesi di gioco abbiamo deciso di chiudere i battenti. Ringraziamo tutti voi per la fiducia. Torneremo presto!!!
 
HomeIndiceFAQLista UtentiGruppiRegistratiAccediCalendarioCerca

Condividi | 
 

 Battaglia di Durazzo

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Utopia

avatar

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 03.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Enrico Saplenar
Titoli Nobiliari: Re di Navarra
Anno di Nascita (ON): 1250

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Mar 19 Mar 2013, 13:55

Io Enrico I di Navarra, ordino agli uomini sotto al mio comando di trucidare tutti i cavalieri egizi che tentano la fuga come conigli verso nord. In particolar modo chiedo ai miei cavalieri di inseguire i fuggiaschi per circa 7 chilometri uccidendo più nemici possibile. Una volta che gli egizi si saranno ritirati, correrremo subito verso sud per dare aiuto ad Artemio e il generale portoghese Martinez-Portocarrero.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Perseo69

avatar

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 24.12.12

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Riccardo di Alba
Titoli Nobiliari: Re di Sicilia
Anno di Nascita (ON): 1244

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Mar 19 Mar 2013, 14:50

Artemio e le sue truppe sbarrano a sud il passaggio ai cavalieri Egizi in fuga, allo scopo di decimarli e catturare Saladino II.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Aaron_

avatar

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 01.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Salah al-Din Yusuf al-Ayyubi II
Titoli Nobiliari: Sultano di Egitto
Anno di Nascita (ON):

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Mer 20 Mar 2013, 15:44

A nord il grosso delle truppe si è ricompattato e dopo quanto avvenuto si ritirano ordinatamente, come imposto dai loro comandanti. La meta della ritirata è sconosciuta. Ovviamene essendo a cavallo se ne andranno più velocemente dei fanti a piedi ma, qualora un minimo gruppo di cavalieri nemici dovesse inseguirli, hanno l'ordine di infastidirli con piccole azioni di disturbo.

A sud? Prima che Saladino II possa dire o fare qualunque cosa, attende di vedere se riesce a fuggire o meno. Quando si saprà, si saprà quel che farà o dirà.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Chioccilo
Admin
avatar

Messaggi : 192
Data d'iscrizione : 06.11.12

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Mer 20 Mar 2013, 16:35

Il riordino delle truppe del blocco nord è riuscito, i cavalieri egizi sono a mezza giornata di galoppo a nord, ben oltre la distanza posta come limite per l'inseguimento dal Re cristiano.
Al contempo i tre eserciti cristiani sono riusciti ad accerchiare completamente e su più file le truppe egizie a sud, truppe comandate probabilmente dal Saladino in persona (anche se questo, a causa del turbante che gli copre il volto, non è poi tanto sicuro).

Vi aggiorno intanto sulle condizioni climatiche: pur essendo ormai alla fine dell'estate, la temperatura è eccezionalmente alta (a mezzo giorno si toccano addirittura i 35°C!). Risulta dunque arduo combattere con le pesanti armature per chi è di origini settentrionali. Nonostante ciò, i nostri prodi sfidano l'arsura e combattono anche il sudore.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medievalkings.it/
Perseo69

avatar

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 24.12.12

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Riccardo di Alba
Titoli Nobiliari: Re di Sicilia
Anno di Nascita (ON): 1244

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Mer 20 Mar 2013, 19:07

Visto il movimento dei cavalieri egizi, il generale Artemio ordina ai suoi uomini la seguente strategia: la cavalleria, i lancieri e metà della fanteria attaccheranno e trucideranno ogni cavaliere egizio presente sul campo di battaglia. Il resto della fanteria rimarrà in posizione più arretrata per evitare che qualche cavaliere nemico riesca a scappare. Essi dovranno quindi sterminare ogni nemico che tenterà la fuga verso sud.
Inoltre si tenta la cattura dell'uomo dal viso coperto, che sembra essere il Sultano egizio.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Aaron_

avatar

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 01.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Salah al-Din Yusuf al-Ayyubi II
Titoli Nobiliari: Sultano di Egitto
Anno di Nascita (ON):

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 13:18

Pochi sono i soldati rimasti a Sud, comandati dal Saladino ormai preso in trappola.
Il Saladino II in persona esce dalle fila dei suoi accompagnato da un uomo pronto a tradurre ogni sua parola che viene rivolta alle fila nemiche:

<Il vostro mondo gretto e limitato è destinato alla fine.
I vostri signori che si proclamano Re o Imperatori non conoscono altro che ricchezza e brama di potere.
La religione è altro. Questa vostra crociata nulla ha a che vedere con la difesa del Cristianesimo!
Le vostre famiglie non sono state sfiorate, mai! E voi ora siete qui a difendere cosa?
Un regno che perpetrava torture e altre infamie. Che opprimeva le sue genti. Che uccideva chi si opponeva.
E noi siamo giunti per liberare un popolo.
E voi? Per un Crociata? Per difenere una religione? Le vostre terre?
Nessuno ha messo in discussione alcuna religione... nessuno ha invaso le vostre terre.
Tornatevene a casa. Non ascoltate i vostri padroni che si credono degli Dei, che pensano di poter conquistare ogni cosa!
Rispettate gli altri popoli, correte dalle vostre famiglie e ribellatevi. Ora.>

A discorso finito il Saladino II, disarmato, si incammina verso le fila nemiche. Le sue truppe attendono ma se venissero attaccate si ribelleranno. Se il cerchio attorno a loro si dovesse stringere cercheranno di attaccare con una formazione a cuneo verso Est cercando di sfuggire. Saladino II invece punterà ad Ovest. Innocuo.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Chioccilo
Admin
avatar

Messaggi : 192
Data d'iscrizione : 06.11.12

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 14:25

Come era ormai ovvio l'enorme quantità di cristiani a Kenete non ha permesso la fuga degli ultimi uomini di Saladino. Infatti come hanno provato ad attraversare a cuneo le fila sono stati accerchiati da altri uomini che ne hanno impedito la fuga separando i cavalieri gli uni dagli altri. Ogni cavaliere egizio (di quelli a sud si intende)è accerchiato da un gruppo seppur piccolo di uomini dei tre eserciti cristiani: in trappola! Si attende cosa voglia fare Artemio degli arabi e del loro generale dall'identità velata, seppur molto simile a Saladino.


Ultima modifica di Chioccilo il Ven 22 Mar 2013, 13:37, modificato 1 volta (Motivazione : Correzione colore)
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medievalkings.it/
Almagnac

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 29.12.12
Età : 39

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Alfonso III di Borgogna
Titoli Nobiliari: Re di Portogallo
Anno di Nascita (ON): 1210

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 16:27

Le truppe portoghesi, formate da 50 cavalieri e 100 fanti,
raggiunge il gruppo arabo e si pone a sbarrar loro la strada verso nord. Malgrado
il caldo arroventi le armature, si posizionano a muro davanti a nord degli
infedeli. Gonzalo de Martinez-Portocarrero, generale delle truppe portoghesi,
fa chiamare un interprete dai chiari tratti mori<Senor, date ordine ai
vostri uomini di deporre le armi e io, in nome del mio signore Alfonso III re per grazia di Dio del Portogallo e dell’Algarve, vi garantisco che nessun capello né vostro né
dei vostro uomini sarà torto> il ragazzo moro traduce le parole di Martinez-Portocarrero
in quell’arabo iberico. Ascolta il dire del Saladino. Celando una certa
rabbia comunque risponde< Senor, se
ciò fosse stato vero re Alfonso avrebbe sterminato i mori presenti nell’Algarve.
Avrebbe confiscato le loro terre e proprietà ma ciò non è stato e le casse del
Portogallo dimostrano le mie parole. Non
conosco gli latri stati ma dubito che re Alfonso si sia alleato con regni
sanguinari e bramosi di oro e ricchezze. Il mio sovrano mantiene una modesta
corte ed è oculato nelle spese di corte>la rabbia sale ma Martinez-Portocarrero
la respinge nello stomaco. Un sospiro per poi seguitare< Liberare un popolo?
Siete forse Mosè? Noi siamo venuti in soccorso di un popolo cristiano. Voi come
vi sareste comportato qualora le forze cristiane avrebbero attaccato Damasco o
Medina? >domanda ora duro malgrado abbia rispetto per gli arabi in quanto
molti suoi villani sono mori di razza. Fortuna sua i portoghesi non sono soli
ma hanno altri eserciti al loro fianco.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Utopia

avatar

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 03.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Enrico Saplenar
Titoli Nobiliari: Re di Navarra
Anno di Nascita (ON): 1250

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 17:50

Enrico I e i suoi uomini sono appena arrivati alle spalle dell'esercito egizio. I lancieri e metà della cavalleria si posizionano a ovest, mentre l'altra metà della cavalleria si posizionerà a sud, accerchiando totalmente gli egizi. Tuttavia Enrico I ordina ai suoi uomini di non attaccare i cavalieri nemici. Infatti i soldati navarresi attenderanno prima la decisione del generale Artemio.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Aaron_

avatar

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 01.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Salah al-Din Yusuf al-Ayyubi II
Titoli Nobiliari: Sultano di Egitto
Anno di Nascita (ON):

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 17:57

Ora i soldati sono isolati ed accerchiati, nessuno di loro per ora impugna le armi. Attendono.

Saladino II finalmente parla, lui in prima persona, non in arabo ma in una lingua comprensibile ai suoi nemici.

<Io ringrazio il Regno di Portogallo per le parole.>

La voce è strana... celata dal turbante ma strana.

<Tuttavia io riporto solo le parole del Saladino dato che, io, non sono lui.>

Si toglie pian piano il turbante con movimenti docili e lenti. Appena lo ha tolto quel che si vede è una donna dai lineamenti arabi ma dalla pelle chiara e dai lunghi capelli scuri, neri.

<Il mio nome è Fadwa, Generale delle truppe di Saladino e membro ufficiale delle sue armate scelte! Io e i miei uomini accettiamo l'offerta del Regno di Portogallo e ci riteniamo prigionieri solo e soltanto di Alfonso III Re del Portogallo e dell’Algarve. Ongi cosa che mi verrà fatta o verrà fatta ai miei uomini ricadrà su di Voi! Aggiungo che i miei uomini possono essere lasciati disarmati e senza armatura ma io devo poter tenere tutto con me. Offro la mia parola che vale molto più di tutto l'oro che indosso o delle mie armi.>

Le truppe si arrendono ma solo alle truppe di Alfonso III
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Perseo69

avatar

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 24.12.12

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Riccardo di Alba
Titoli Nobiliari: Re di Sicilia
Anno di Nascita (ON): 1244

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 18:50

Per quanto riguarda il Generale Artemio, dopo una attenta riflessione, pone una sola condizione per lasciare andare via gli Egizi illesi, è che lascino l'Ungheria e che cessi l'alleanza con i mongoli.
Se ciò non accadrà non saranno fatti prigionieri.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Almagnac

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 29.12.12
Età : 39

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Alfonso III di Borgogna
Titoli Nobiliari: Re di Portogallo
Anno di Nascita (ON): 1210

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 19:06

Gonzalo de Martinez-Portocarrero attende da parte del
comandante egizio la risposta alla sua offerta. Il comandante moro par
accettare e palesa ora il volto. Il generale Gonzalo de Martinez-Portocarrero
sgrana gli occhi verdi nel constatare il volto di una donna sotto il turbante
moro.<Eh sia. Il Portogallo si fa garante per voi> poi chiama uno dei
cavalieri e lo manda dalle truppe Navarresi-Sicule. Ad Artemio il
cavaliere<Don Artemio, il generale Martinez-Portocarrero ha posto il Portogallo come garante dei
prigionieri mori. Non un capello deve essere torto ai prigionieri. Qualora
avvenisse sarà il nostro re avvertito e provvederà a presentare le sue
rimostranze ai vostri sovrani> e il cavaliere torna tra i portoghesi. Gonzalo
de Martinez-Portocarrero ora alla comandante mora<Mia signora, non
consideratevi prigionieri. Ma la vostra libertà, come dice il generale Artemio ha un prezzo. Entro il
tramonto dovete lasciare queste terre e rompere immediatamente l’alleanza con i
mongoli>lo dice fermo la ma cortese e diplomatico.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Aaron_

avatar

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 01.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Salah al-Din Yusuf al-Ayyubi II
Titoli Nobiliari: Sultano di Egitto
Anno di Nascita (ON):

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Gio 21 Mar 2013, 19:50

La risposta di Artemio giunge anche a Fadwa, uno sputo a terra è tutto quel che riceve di risposta.

Per quanto riguarda invece i portoghesi ed in particolar modo Gonzalo de Martinez-Portocarrero la risposta che riceve è di ben altr tenore:

<Vi ringrazio, buon Generale, per le vostre condizioni.
I miei uomini ed io ci ritireremo, se a voi aggrada, in una tenda che voi ci concederete per poter passare in compagnia di amici la nostra ultima serata.
Il tramonto infatti giungerà così come a noi giungerà la morte.
Mio padre non accetterà mai le vostre offerte quindi non sprecatevi a mandargli messaggi.
Non per una figlia illeggittima e che attualmente non intende riconoscere.
Da parte mia ho vissuto una buona vita e muoio per mano, mi auguro, Vostra buon Generale.
Non lasciate che uno stupido fante sfiori il mio collo.
Uccisa da un grande Generale, lo stesso che è riuscito a prendermi in trappola, questa per me è una morte onorevole!
Sapete, il mio nome ha un significato: "colei che si sacrifica".
Ho sempre conosciuto il mio destino!
Per quanto riguarda i miei uomini... lasciateli andare. Ve ne prego.
O se proprio non potete farlo, lasciate che io prenda la loro vita e che una lama da loro amata stronchi la loro vita.
Prendete questo come l'ultimo desiderio di una donna.
E rispettatelo.>

Finito il discorso sorride al Generale prima di fare un vistoso inchino alla moda maschile. attendere una risposta ed in caso ritirarsi nella tenda con i suoi fidati per pregare. E' nata per combattere, non per essere una signora tuttavia ha ogni lineamento che si addice ad una principessa Araba. La degna figlia del Saladino II e della sua bella amante.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Almagnac

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 29.12.12
Età : 39

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Alfonso III di Borgogna
Titoli Nobiliari: Re di Portogallo
Anno di Nascita (ON): 1210

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 10:45

Il generale delle forze portoghesi resta sbalordito dal
coraggio di quella donna che sol ora scopre essere figlia illegittima del
Saladino. <Mia signora, la parola di un portoghese è un patto inscindibile.
Vi è stata promessa la vita vostra e dei vostri uomini e così dovrà essere e
ricada l’ira di Dio su chi osa andar contro la parola di Gonzalo de
Martinez-Portocarrero e di re Alfonso III>il tono è fermo e deciso e la voce
è alta per far udire a tutti le sue parole. <Mia signora, vi dovrò prendere
in consegna in nome di re Alfonso III, mio signore e re. Devo chiedervi di non
provare a fuggire o attentare alla vostra vita, il mio re potrebbe
giustiziarmi. Quanto prima, verrete poi condotta sulla costa e caricata, con
adeguata scorta, su una delle nostre navi in direzione del porto cristiano più
vicino>si volta verso uno dei cavalieri<Dom Manuel, che la principessa
sia posta agli arresti e sorvegliata. Che venga trattata come è cosa giusta al
suo rango. Se noterò un solo graffio sulla sua persona, ne risponderete al re
in persona una volta tornati a Lisbona> Ora torna alla principessa mora<Mia
signora, visto come la mettete per voi la vita è salva ma per i vostri devo
rimettermi alle decisioni del Generale Artemio>e pone gli occhi verso il
comandante delle forze siculo-navarrete. Una scorta di 10 fanti è pronta a
scortare all’accampamento portoghese sulla costa la principessa Fadwa. Gonzalo
de Martinez-Portocarrero chiama l’avvenente dom Manuel e gli sussurra alcune
parole mentre allunga qualcosa nella
mano del cavaliere. Don Manuel smonta da cavallo e con la scusa di legare le
mani di Fadwa con una corda le infila nelle vesto un ampollina<E’
belladonna, mia signora, fatene buon uso>solo questo le sussurra dopo averle
legato le mani. La belladonna può essere usata per sé e passare dal torpore al
sonno eterno oppure drogare i carcerieri e nottetempo fuggire. Potrebbe non
usare la belladonna ora ed attendere tutta la durata della protezione del
Portogallo. Poi il cavaliere invita la donna a salire sul suo cavallo. Gonzalo
de Martinez-Portocarrero così dice alla mora<Mia signora, ho dato
disposizioni che una vivandiera vi assista in qualità d’ancella. Che il mio e
il vostro Dio vi assista> Ed ad Artemio <A voi generale la decisione sui
mori>indicando i soldati arabi.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Utopia

avatar

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 03.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Enrico Saplenar
Titoli Nobiliari: Re di Navarra
Anno di Nascita (ON): 1250

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 14:05

Enrico I prese la parola dicendo: <Signori, quanta fretta! E soprattutto cerchiamo di trovare un accordo. Concordo con entrambi voi generali, ma visto che qui l'unico sovrano sono io, spetta a me trovare un accordo. Per prima cosa riconfermo l'ultimatum del generale Artemio, se non lasceranno l'Ungheria i cavalieri saranno giustiziati. Tuttavia è un peccato far morire una così brava condottiera. Concordo con il generale Martinez-Portocarrero.>.
Scese da cavallo e si avvicinò a Fadwa, con la mano le tenne ferma il mento e la guardò negli occhi. E riprese a parlare: <Penso che la prigioniera debba stare nella mia tenda. Con me ho più uomini e meglio armati. Per quanto riguarda i cavalieri egizi, mi dispiace ma dovranno essere giustiziati.>. Detto questo chiama al suo comando una decina di uomini navarresi e ordina loro di prendere in custodia Fadwa. Successivamente proseguì dicendo: <E' un peccato lasciar morire un così abile generale, pronta a morire per la sua Patria.>. Detto questo guardò negli occhi i due generali.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Almagnac

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 29.12.12
Età : 39

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Alfonso III di Borgogna
Titoli Nobiliari: Re di Portogallo
Anno di Nascita (ON): 1210

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 14:22

Osserva
il re di Navarra. In teoria ha ragione ma infondo il suo re ha investito il
generale Martinez-Portocarrero di ogni ufficio di capo in carica. In pratica
chi prende le decisioni per i portoghesi e i suoi prigionieri. Infondo l’idea
di tagliar la via verso nord è stata di Martinez-Portocarrero.Ma essendo un
diplomatico<Mio signore Enrico, ciò che dite ha di sensato e consono. E’
vero che voi avete più uomini è pur vero che il Portogallo ha dato la sua
parola sulla sorte della principessa moresca>una piccola pausa<Il mio re
mi ha dato libero agire in campo>allunga la mandritta pronto a mostra il
dispaccio da Lisbona. <Con tutto il rispetto, vi devo chiedere di lasciar a
noi portoghesi libero agire sulla sorte di Fadwa. Spero comprendiate. O almeno
spero possiate farci tenere la principessa con noi in attesa di risposta da
parte del mio signore e re Alfonso III, che rammento esser vostro alleato>i
soldato e dom Manuel si apprestano a tornar nelle file dei portoghesi ma
Martinez-Portocarrero con un cenno arresta i suoi.


Ultima modifica di Almagnac il Ven 22 Mar 2013, 14:35, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Perseo69

avatar

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 24.12.12

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Riccardo di Alba
Titoli Nobiliari: Re di Sicilia
Anno di Nascita (ON): 1244

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 14:24

Prese la parola anche il Generale Artemio dicendo :
<Visto che l'unico sovrano sul campo di battaglie è Enrico I, spetta a lui la decisione finale. Di conseguenza, come da lui deciso i cavalieri Egizi saranno giustiziati, mentre la vita di Fadwa sarà salva, in custodia presso il Sovrano di Navarra.>.
Fece una piccola pausa e riniziò a parlare dicendo: <Con l'esecuzione degli Egizi e la cattura della figlia del Saladino, possiamo dunque dichiarare libera la contea di Durazzo. Ciò è stato possibile con la collaborazione di quattro grandi eserciti: quello Siculo, Navarrese, Portoghese e Francese.>.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Almagnac

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 29.12.12
Età : 39

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Alfonso III di Borgogna
Titoli Nobiliari: Re di Portogallo
Anno di Nascita (ON): 1210

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 14:36

Ad Artemio rivolge uno sguardo<Guerrafondaio di un
Siculo, voi solo la violenza conoscete per risolver le cose? > Sbotta per
poi tornare al re Enrico. Si avvicina la re e gli dice a bassa voce<Mio
Signore, potrebbe essere più proficuo usar la principessa come merce di
scambio. La principessa e i suoi soldati in cambio della completa ritirata
dalle terre cristiane> per torna la
suo posto tra i suoi.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Utopia

avatar

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 03.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Enrico Saplenar
Titoli Nobiliari: Re di Navarra
Anno di Nascita (ON): 1250

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 14:41

Enrico I risponde a Martinez-Portocarrero:< Per volontà di Dio e di Papa Chioccilo sono un sovrano. Ed essendo un sovrano devo far rispettare la volontà di Dio, e il nostro Signore vuole che la prigioniera sia ben sorvegliata. Mi spiace, ma Fadwa deve essere sorvegliata da truppe navarresi.>. Detto questo ordino ai suoi di seguirlo e disse: <Incatenatele mani, piedi e collo e portatela in una tenda dove vi saranno solo lei e 15 uomini in sorveglianza, e fuori dalla tenda voglio 30 uomini che controllino che nessuno si avvicina alla tenda, a parte me naturalmente.>. Continuò dicendo: <Ringrazio il Generale Artemio per il suo appoggio, per sdebitarmi provvederò subito all'esecuzione dei cavalieri nemici.>. Detto questo fece chiamare il boia che si avvicinò ai cavalieri egizi mentre limava una spada.


Ultima modifica di Utopia il Ven 22 Mar 2013, 14:45, modificato 1 volta (Motivazione : errore di battitura)
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Almagnac

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 29.12.12
Età : 39

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Alfonso III di Borgogna
Titoli Nobiliari: Re di Portogallo
Anno di Nascita (ON): 1210

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 14:53

Martinez-Portocarrero non può far altro<Dom Manuel,
tornate voi e i vostro uomini qui. E oggi stesso manderò a re Alfonso un
dettagliato resoconto delle operazioni odierne informandolo di tutto>tiene a
sottolineare quel tutto” con il tono di voce
che pare una minaccia. Infondo alche il loro re è stato consacrato
<Mio signore Enrico, sia fatto ciò che volete>china il capo con l’elmo
per poi alla moresca< Mia signora Fadwa, chiedo venia se il Portogallo non
ha potuto rispettare la parola data. Spero che la sorte vi sia più clemente e
benigna> ora ai suoi uomini<Preparatevi > torna verso Artemio e il re
navarrete <Miei signori, ora io e l’esercito portoghese ci ritiriamo. Noi portoghesi
non amiamo veder massacri di innocenti come se fossimo ad una rappresentazione
a corte>indi con un cenno vi volta e punta verso l’accampamento portoghese
sulla costa.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Perseo69

avatar

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 24.12.12

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Riccardo di Alba
Titoli Nobiliari: Re di Sicilia
Anno di Nascita (ON): 1244

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 15:01

Artemio si rivolse a Martinez:
<Voi state dando del guerrafondaio al popolo Siculo e Riccardo I colui che difende la cristianità e il Papa senza timore di affrontare terribili nemici, non nè avete la caratura per far ciò, mi aspetto delle scuse al mio Re, per quanto mi riguarda io sono un condottiero non un politico>. e si allontanò.
Artemio Bovo in sella al suo destriero di nome Nero
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Utopia

avatar

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 03.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Enrico Saplenar
Titoli Nobiliari: Re di Navarra
Anno di Nascita (ON): 1250

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 15:04

Enrico I dice: <Vi ringrazio Martinez-Portocarrero, il vostro intervento è stato fondamentale. Un giorno saprò farmi perdonare da voi e il vostro sovrano, ma non posso rischiare di lasciar andare via dei cavalieri nemici dopo i massacri che hanno compiuto. Non sarei ben visto né dal mio popolo e né dal Papa. Il mio titolo di sovrano me lo impone, e so di per certo che il vostro sovrano capirà, anche lui è un re ed ha anche lui un popolo da governare.>. Detto questo saluta il generale portoghese in segno di profondo rispetto, per poi rivolgersi al boia: <Allora, cosa aspetti? Inizia la loro esecuzione. Voglio vedere volare delle teste stasera!>.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Almagnac

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 29.12.12
Età : 39

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Alfonso III di Borgogna
Titoli Nobiliari: Re di Portogallo
Anno di Nascita (ON): 1210

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 15:20

Martinez-Portocarrero, ode le parole del siculo e
ribatte<Le scuse dovrebbe essere il vostro signore e re a farle al mio. Non
si manda un boia in battaglia> e ora al re dei navarresi<Mio signore,
buon macabro spettacolo> e corre verso l’accampamento portoghese. Una volta
là , si pone alla scrittoio e scrive un rapporto dettagliato sulla battaglia al
quale allega una lettera urgente.


“A sua maestà Alfonso III,


vi invio il resoconto della battaglia di Durazzo. Allegata troverete
una mia missiva…”


Appone il sigillo e la consegna al messo che si imbarcherà
di lì a poco verso Lisbona.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Perseo69

avatar

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 24.12.12

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Riccardo di Alba
Titoli Nobiliari: Re di Sicilia
Anno di Nascita (ON): 1244

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 15:30

Artemio non dà peso a ciò che dice Martinez avendo sulle spalle innumerevoli campagne belliche dove i sentimenti non hanno posto, stà già pensando a cosa fare per riorganizzare le propie truppe uscite affatticate dal conflitto. Nella sua mente indelebile campeggia questa frase <bellum bellum est>
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Aaron_

avatar

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 01.01.13

Foglio di personaggio
Nome del Personaggio: Salah al-Din Yusuf al-Ayyubi II
Titoli Nobiliari: Sultano di Egitto
Anno di Nascita (ON):

MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   Ven 22 Mar 2013, 16:25

Segue quanto viene detto dal Generale Portoghese e quando un cavaliere le si avvicina non può far altro che sorridere e prendere l'ampolla per tenerla con sè; cosa ne farà per ora non si può sapere. Tuttavia, prima che il cavaliere si allontani, un sussurro dovrebbe raggiungerlo...

<Avvisate con un messo mio Padre. Lui ricompenserà un popolo così magnanimo e avrà cura dei vostri prigionieri. Lui mi ha a cuore.>

Evidentemente, prima, per potersi salvare la vita e per non sembrare così preziosa ha mentito.
La belladonna intanto è sparita chissà dove sotto ai suoi abiti. La userà al momento giusto.
Ora con un tono di voce decisamente alto risponde al Generale Portoghese

<Il vostro popolo merita ogni rispetto, Signore, ed il mio non dimenticherà.>

Fa un leggero inchino prima di seguire i successivi discorsi degli Europei che discutono della sua sorte e di quella dei suoi uomini.
Le parole di Enrico I giungono alle sue orecchie chiare e decise, carpisce il fatto che per i suoi uomini non v'è scampo mentre per lei, beh, il destino non è chiaro. Non ancora. Verrà incatenata, anche al collo, il che gli fa avere un moto di rabbia.

<Voi, Voi che vi dichiarate Re, voi che asserite di essere il più grande fra gli uomini qui presenti, come potete condannarmi ad esser condotta via come un animale? Incatenarmi mani e piedi non vi basta? Anche il collo?
Io sono un Generale, nelle mie vene scorre sangue nobile e voi mi trattate come l'ultimo dei cani!
E se fosse vostro figlio a cadere nelle mani di mio Padre? Quale trattamento vi aspettereste? Cosa sperereste?
Maledetti uomini, privi di ogni forma di rispetto.>

China infine il capo. Sconfitta.
L'unico con un minimo di sale in zucca, lì, pare essere il Generale portoghese.

<Un Generale magnanimo e umano. E un Re senza onore. Per quanto riguarda il Siculo...>

sputa ancora a terra. Non servono parole.

<Trattatemi come si conviene ad un generale che voi avete ora lodato, Enrico I, non come un cane. E anzichè infangare le promesse fatte dal vostro alleato, dovreste rispettarle! La nostra resa è avvenuta solo perchè io ho accettato la sua parola e le sue condizioni. Egli ha promesso che non un capello mi sarebbe stato torto e che anche ai miei uomini sarebbe stata salvata la vita. Poi Artemio è intervenuto e tutto è cambiato. Ma io avevo accettato altre condizioni! E' questo il valore che date alla parola di uno dei vostri? Di un Europeo? E poi siamo noi ad essere denigrati... maledetti!>

Scuote il capo. Ormai è sconfitta. Sconfitta e delusa.

<Il vostro Dio come vede le vostre azioni? Non parla forse di perdono? Non parla forse di magnanimità?>

E così conclude il suo discorso lasciandosi poi incatenare. Come una bestia.
Si volta infine verso i suoi uomini, anche loro sconfitti. Glielo si legge in volto.
Poche parole verso di loro:

<Che Allah vi accolga fra le sue fila come eroi, quali siete. Perdonate la mia stupidità.
Ho creduto alle parole degli Europei, ho creduto che loro avessero onore, ma mi sbagliavo.
Perondatemi.>

Che ne sarà dei soldati? Verranno molto probabilmente giustiziati...
Per quanto riguarda Fadwa, la belladonna è ancora con lei e la userà di certo.
Non ci vuole molto a bere un veleno come quello e non v'è modo per impedirglielo.
Lo berrà una volta che potrà urinare... probabilmente... ma prima vuole sentire cosa ha da dire Enrico I.
Non si farà stuprare. Non si concederà. Se vorranno, avranno un corpo morto e freddo.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Battaglia di Durazzo   

Torna in alto Andare in basso
 
Battaglia di Durazzo
Torna in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» L'ultima grande battaglia
» IMPERO ... e vai di pezzettone!
» Dread Fleet - prime impressioni
» Battaglia del Portale Orientale
» Vendo battaglia navale elettronica Clementoni

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Sezione Bellica :: GUERRE :: Guerra Santa contro i Mongoli-
Vai verso: